PETRA

(v. piccolo)

Conosco la donna che ha derubato il vento
Non puoi chiamarlo peccato, in cambio inventa il canto, come non lo hai sentito mai
Stasera è tutta sua l’aria qui intorno, sipario e palpiti
Un soffio e parte senza far ritorno, su e giù tra brividi, montagne russe di note
 
Dal buio solo lei
Silenzio e incanto, lei
Semplicemente lei
Che guarda oltre l’attimo

Con gli occhi chiusi posso immaginare, cancello i limiti
Sospeso tra volare e delirare, confini labili, quel nome porta lontano
A rocce rosa e misteri scolpiti d’oriente, inaccessibili
Inseguo la corrente e provo a capire tutto il possibile, di un’armonia stregata

La luce e torna lei
Furore e incanto, lei
Unicamente lei
Che è persa oltre l’attimo

Dal buio solo lei
Silenzio e incanto, lei
Semplicemente lei
Che guarda oltre l’attimo