L'essenza

lyrics: Valerio Piccolo - Francesca Zanni
music: Valerio Piccolo - Massimo Roccaforte
listen

allora è il cielo che si muove, pensavo di essere io
convinto che sospendere una rete tra due punti
tra piedi scalzi e dondolanti
fosse uguale a volare

e invece oggi niente ali, oggi non servono io resto qui
l'orecchio teso verso la tua stanza
cercare tra valigie e orari
il preludio della mancanza, quella serena mancanza

ed è facile lasciarlo andare questo tempo
che prepara la lontananza
e abitudini da accogliere in fretta
nell'attesa della tua assenza

e questa notte io ho guardato con gli occhi dentro di te
sospinto da parole che attraversano tessuti
spostandomi tra luoghi nuovi
come fossero sempre

per questo è caldo il mio domani, comunque caldo che resta qui
avvolge le pareti conservando il peso
allunga i suoi pensieri
parlando con la distanza, questa vicina distanza

ed è facile avere un amico come il tempo
che restringe la lontananza
e abitudini da perdere in fretta
nell'attesa della tua essenza. nell'attesa di te

Recorded and mixed by Tommaso Galati @ Big John Studios, Rome